FONDAZIONE ITALIA®
HOME

Addio ad Anthony Mancinelli, il barbiere più vecchio del mondo, scomparso a 108 anni. È morto il 19 settembre nella sua casa di New Windsor. Era nato vicino Napoli il 2 marzo 1911. Emigrò con la famiglia a 8 anni per gli Stati Uniti, per raggiungere i parenti di Newburgh. Insignito del Premio Italia nel Mondo 2019

   

Addio ad Anthony Mancinelli, il barbiere più vecchio del mondo, scomparso a 108 anni. È morto il 19 settembre nella sua casa di New Windsor. Era nato vicino Napoli il 2 marzo 1911. Emigrò con la famiglia a 8 anni per gli Stati Uniti, per raggiungere i parenti di Newburgh. A 11 anni era già aiutante barbiere, a 12 anni aveva iniziato a fare il barbiere a tempo pieno.
Ho avuto il piacere di incontrato lo scorso aprile nel suo negozio a New Windsor, una cittadina a un'ora di macchina da New York. Quando andai all’appuntamento nel suo negozio di barbiere, fuori c’era una fila di clienti in attesa.  Gli consegnai la lettera  con la quale lo si informava  che il comitato Italo americano della Fondazione Italia gli aveva conferito il Premio Italia nel Mondo 2019. Antony mi guardò sorpreso. Mi chiese di tornare all’ora di pausa. Voleva saperne di più del Premio. Si commosse quando apprese che nelle varie edizioni, il riconoscimento era stato assegnato,  tra gli altri, a Antony Franciosa, Gilberto Gil, Nikita Mikhalkov, Oscar Niemeyer, Luciano Pavarotti, Sergio Pininfarina, Carlo Rambaldi, Tony Renis, Franco Zeffirelli. Antony Mancinelli in quel breve spazio di tempo della pausa, mi raccontò della sua vita di lavoro senza interruzioni. Che nel 2007 il Guinness World Records lo riconosce 'barbiere più vecchio del mondo' riconoscimento che gli cambia la vita. “Dopo questo riconoscimento cominciai ad essere invitato alle trasmissioni televisive. "Sempre nelle pause di lavoro" precisò. Poi mi chiese se in Italia era famoso. Certamente. Dopo il riconoscimento del Guinness World Records di te hanno parlato tutti i giornali.
Prima di lasciarci mi chiese se volevo un taglio di capelli.
"La prossima volta" risposi. Ho fuori il taxi per portarmi all'aeroporto.
Per Antony fu un augurio. “Thanks” replicò. "Alla prossima volta". Mi accompagnò sulla strada, fino al.taxi. " mister Prisco, say hi to Italy.

Corrado Prisco
28 settembre 2019

 
TORNA SU